Istanbul in 3 giorni


GIORNO 1

Istanbul Ottomana

Recarsi a presso l’Ippodromo di Costantino, all’interno della Piazza Sultanahmet, limitrofo alle maggiori attrazioni della città.

Recarsi al Palazzo Topkapi alle ore 08:45 (ci vogliono circa 2/3 ore per visitarlo) e non dimeticatevi di visitare l’harem.

Subito dopo la visita al Palazzo Topkapi, recarsi alla Basilica di Santa Sofia (Hagia Sofia) che si trova accanto al Palazzo Topkapi. Non dimenticare di vedere i mosaici posti al piano superiore.

Una volta visitata Hagia Sofia, attraversando il parco che si trova tra Hagia Sofia e l’Ippodromo, potrete raggiungere la Moschea Blu. Ricordarsi che la Moschea viene chiusa per 25 minuti ogni volta che veine effettuata la chiamata alla preghiera (durata della visita 1-2 ore).

Recarsi di nuovo all’Ippodromo di Costantino e godersi la visione dei monumenti presenti all’interno del parco: Obelisco di Teodosio, la Fontana del Kaiser Guglielmo II, la Colonna serpentina e molto altro.

Subito dopo recarsi verso la Moschea Blu e proseguire per il Museo di arte turca e islamica, la culla dell’arte anatolica (durata della visita 1-2 ore). Aperto dalle 9 alle 17, chiuso il lunedì.

Procedendo verso nord est dell’Ippodromo, alle spalle del parco, si trova la Cisterna Basilica.

Subito dopo per rilassarsi, recarsi presso l'Hammam Çemberlitas (durata 1-3 ore) e recarsi subito dopo in hotel, cenare e riposarsi.


GIORNO 2

Istanbul Bizantina

Prima di iniziare il vostro tour dedicatevi ad un po’ di shopping presso i principali bazar di Istanbul.

Divan Yolu: dopo lo shopping dedicarsi ad una passeggiata che durerà circa un’ora partendo dalla parte alta dell’Ippodromo ed attraversate la Divan Yolu,  l’antica “Strada verso il Consiglio Imperiale” che una volta era considerata la strada imperiale da Costantinopoli a Roma. Durante questa passeggiata potrete ammirare le tombe dei sultani ottomani, altri edifici ottomani, a Çemberlitas il Foro di Costantino, a Piazza Beyazit il Foro di Teodosio e l’Università di Istanbul.

Da qui prendere un autobus o un taxi per la Chiesa di San Salvatore in Chora (durata della visita 1-2 ore). All’interno di questa Chiesa potrete trovare mosaici bizantini risalenti al XIV secolo che coprono la volta e le mura dell’edificio. Accanto alla Chiesa di San Salvatore in Chora si trova il Tekfur Saray, un altro edificio bizantino costruito all’interno delle mura della città nel IV secolo.

Da qui prendere un taxi oppure un autobus per tornare a Piazza Beyazit e visitate il Gran Bazar (durata della visita 1-2 ore). All’interno troverete 4000 negozi e sicuramente sarà divertente vedere la cultura turca. Pranzate all’interno dei piccoli ristoranti presenti nel bazar.

Una volta finita la vostra esperienza all’interno del Gran Bazar proseguire attraverso la Long Market treet oppure prendere il tram o il taxi verso  Eminönü per visitare il Bazar delle Spezie (anche detto Bazar egiziano). Il Bazar delle Spezie è aperto dalle 9 alle 17 tutti i giorni e si trova a sud, a destra del Ponte di Galata. È molto più piccolo del Gran Bazar ma si trovano soprattutto negozi dove potrete trovare ogni sorta di alimento o utensile per la cucina.

Da qui potete prendere il tram per tornare a Piazza Sultanahmet oppure in alternativa fare una crociera sul Bosforo.



GIORNO 3

Istanbul del XIX secolo: Beyoglu

Il terzo giorno ci si può dedicare al romanticismo della Istanbul tardo ottomana attraverso un tour della zona di Beyoglu.
Come prima cosa recarsi al Ponte di Galata passeggiando sopra al Corno d’Oro che collega la vecchia Istanbul a Beyoglu. Godersi la visuale e recarsi a piedi verso nord attraverso il quartiere Karaköy.
La visuale migliore della città si ha solo ed esclusivamente dalla Torre di Galata, costruita dai Genovesi. (aperta dalle 9 alle 19 tutti i giorni, sconto il lunedì). Continuare da qui verso la Piazza di Tünel

Recarsi quindi a Istiklal Caddesi osservando i viali principali della Istanbul del XIX secolo: la grande sala dove si esibiscono i dervisci danzanti,  il grande complesso delle ambasciate, il Pera Palace Hotel, la piazza Galatasaray e molti negozi. Qui non troverete però molti ristoranti per pranzare.

Recatevi allora a Piazza Taksim, andando verso sud, e visitate il Palazzo Dolmabahçe, oppure verso nord per visitare il Museo Militare.

Se decidete di visitare il Palazzo Dolmabahçe ricordatevi che è aperto dalle ore 9 alle 16 e che il lunedì ed il giovedì è chiuso. Il palazzo ha una facciata lunga 400 metri, la madre dei palazzi ottomani e se avete tempo visitate assolutamente le bellezze al suo interno.

Il Museo Militare è aperto invece dalle 9 alle 17 e chiuso anch’esso il lunedì e il giovedì. Si trova nella parte nord rispetto a Piazza Taksim, passando attraverso Cumhuriyet Caddesi. Al suo interno potrete trovare in ordine cronologico 1000 anni di storia militare turca. Dalle 15 alle 16 si possono ascoltare le Mehter ottomane, bande militari in costume che suonano vecchi strumenti originali.

Prenota il tuo Servizio